mercoledì 6 giugno 2012

Questo picnic non mi è nuovo - Cosa VS Come

Un amico mi ha linkato un breve cortometraggio che vi linko qua sotto. Lo trovo discretamente inquietante. E' del 2008, di Irena Gatej.



E' probabile che molti pensino subito a Matrix o a Il tredicesimo piano* o Dark City.

A me invece è venuto subito in mente un episodio di Ai confini della realtà che vidi da ragazzino. Si tratta del periodo a colori degli anni '80. Culo vuole che sia su youtube, dura poco meno di 10 minuti e ve lo linko qua sotto.



Si intitola Dreams for Sale, è del 1985. Decisamente simili, per essere buoni.

Però a me piace di più quello di Irena. Forse perché è più breve. O perché da molte meno spiegazioni di quello di Ai Confini della realtà. Chi è sta donna che sogna la propria famiglia? Ma poi sarà la sua o è un innesto di memoria ex novo? E le vecchie? Infermiere? Tecniche di laboratorio? Guardie carcerarie? Bò!

Anche la presenza delle gemelline un po' kubrikiane aiuta, come il "Mommy, mommy, mommy!" ripetuto in maniera ossessiva. Fatto sta che lo trovo più efficace e disturbante.

O magari è colpa del tono di Dreams for Sale che mi sembra un po' patetico.

Come ho letto non ricordo dove "Avere l'idea per primi non significa essere i più bravi a svilupparla" o qualcosa di simile.

*Il tredicesimo piano è basato su un romanzo del 1964 Simulacron-3 di Daniel Galouye

1 commento:

oh,henry! ha detto...

thank you. :)